Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.

Contrattazione collettiva

InContra sostiene le parti sociali, le Istituzioni e le imprese nella ricerca di soluzioni che permettano di favorire la modernizzazione e lo snellimento della contrattazione collettiva. Incoraggia la predominanza della contrattazione decentrata a livello territoriale e aziendale come sede in cui adattare i contenuti normativi alla singola micro o piccola impresa, tenendo conto delle esigenze produttive e delle specificità del territorio in cui l'azienda opera. ll Centro Studi intende diffondere la conoscenza della contrattazione di secondo livello evidenziandone i vantaggi: un modello innovativo che permette alle piccole e medie imprese di sviluppare pienamente il proprio potenziale in termini di efficienza ed efficacia, realizzando il cambiamento organizzativo e culturale imposto dall’attuale evoluzione del mercato del lavoro.

Leggi gli aggiornamenti, commenta o contattaci per saperne di più!

Per evitare contenziosi e non compromettere la propria immagine opportuno che INL riveda le proprie posizioni

confronto ccnlL’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL), con un comunicato del 20 giugno scorso, ha fornito ulteriori indicazioni ai propri ispettori circa l’attività di vigilanza verso le aziende che non applicano i contratti collettivi sottoscritti dalle organizzazioni comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, e che possono determinare problematiche di dumping.

 

La nota del 20 giugno dell’Ispettorato del Lavoro ha gettato il mondo dei sindacati nello scompiglio. Secondo la nota le imprese che non applicano contratti di CGIL, CISL, UIL rischiano sanzioni e la perdita di agevolazioni, citando alcuni sindacati autonomi.

Il Festival del Lavoro, come abbiamo raccontato, è stata l’occasione per discuterne durante la tavola rotonda dal titolo "Rappresentanza e rappresentatività: comparazione tra le diverse contrattazioni collettive", a cui hanno partecipato: Andrea Cafà, presidente di CIFA, Salvatore Vigorini, presidente del Centro Studi Incontra, Maurizio Ballistreri, docente di Diritto del Lavoro dell’Università di Messina, Renato Pingue, Capo dell’Ispettorato del Lavoro - Coordinamento interregionale Sud Italia, Francesco Capaccio, esperto della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, Cesare Damiano, presidente di Lavoro&Welfare, Massimo Mascini, direttore responsabile de Il diario del lavoro, Marino Longoni, condirettore di Italia Oggi.

 

Altri articoli...

I nostri partner