Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.

vigorini evento gesforIl presidente di Incontra, Salvatore Vigorini, ha partecipato al convegno dedicato a dottori commercialisti e revisori contabili, organizzato da Gesfor, dal titolo “L'innovazione tecnologica ed organizzativa in azienda e le politiche attive per il lavoro: la centralità del ruolo dei dottori commercialisti”. Vi proponiamo alcuni punti chiave del suo intervento che cercano di mettere a fuoco le caratteristiche dell’odierno scenario di lavoro e le sfide a cui le organizzazioni industriali e le parti sociali sono chiamate.

Convegno su innovazione tecnologica ed organizzativa in azienda e le politiche attive per il lavoroIl 29 maggio, nella suggestiva cornice delle Terme Stufe di Nerone a Bacoli (NA), parteciperemo al Convegno organizzato da Gesfor, agenzia per il lavoro specializzata nella formazione professionale certificata e nella gestione delle risorse umane, dal titolo L'innovazione tecnologica ed organizzativa in azienda e le politiche attive per il lavoro: la centralità del ruolo dei dottori commercialisti.

L'evento ha l'obiettivo di illustrare le tematiche dell'innovazione come strumento per la crescita delle imprese attraverso il punto di vista privilegiato dei dottori commercialisti, testimoni ed esperti del tessuto imprenditoriale regionale.

Platea1In occasione del V Forum Lavoro tenutosi a Napoli il 19 Aprile scorso, si è tornato a parlare dei contenuti della circolare n. 3/2018 con la quale l'Ispettorato Nazionale del Lavoro ha ribadito  l'obbligo di applicazione dei Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro sottoscritti dalle organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative.

salvatore vigorini 1L'Ispettorato Nazionale del Lavoro, con la Circolare n. 3 del 25/01/2018 chiarisce la propria posizione circa l'applicazione di contratti collettivi non sottoscritti da organizzazioni “comparativamente più rappresentative” sul piano nazionale.

La circolare delinea una netta demarcazione, forse più frutto di posizioni precostituite, tra la categoria dei Contratti Collettivi sottoscritti da Organizzazioni in possesso dei requisiti della maggiore rappresentatività comparata e quelli sottoscritti dalle Organizzazioni che tale requisito sembrerebbero non possederlo, trascinando gli ultimi nell'oscuro ambito dei cosiddetti “Contratti Pirata”, termine mai ripreso nella circolare, ma più volte utilizzato per connotare i Contratti Collettivi sottoscritti da organizzazioni minori e presumibilmente prive del requisito della maggiore rappresentatività comparata.

angela amico 2L’indice di occupabilità di una persona misura, per definizione, la sua distanza dal mondo del lavoro. Misurato attraverso le tecniche di profilazione, fornisce di per sé una semplice indicazione numerica ma corre il rischio di incidere solamente sulla condizione personale di stress di chi cerca di trovare o ritrovare un lavoro.

Serve quindi fornire indicazioni concrete sulle azioni da intraprendere con la persona che cerca lavoro, stimolando comportamenti attivi e costruendo, insieme a lui/lei, un percorso che non può che essere condiviso e interiorizzato, per essere fruttuoso.

michele giammusso 3

Il comma terzo dell’art. 2103 c.c., nella sua nuova formulazione ad opera del Job Act stabilisce che “Il mutamento di mansioni è accompagnato, ove necessario, dall’assolvimento dell’obbligo formativo (…)”.

La norma in esame disciplina le modalità e i limiti in cui il datore di lavoro può adibire i lavoratori a mansioni differenti da quelle assegnate all’atto dell’assunzione, nella ricerca di un equilibrio tra le esigenze di flessibilità e cambiamento che caratterizzano l’attività di impresa e la tutela dei diritti dei lavoratori.

Fino alla riscrittura della norma - avvenuta nel 2015 - il tema della formazione era stato assente dalla disciplina del mutamento di mansioni e la giurisprudenza prevalente, salvo qualche rara apertura (1), non ha riconosciuto un diritto alla formazione in capo al lavoratore dipendente.

Roberta Anzalone tondo

Il veloce ed inarrestabile avanzamento tecnologico e la crescente digitalizzazione dell'economia comportano l’obsolescenza delle conoscenze tradizionali e la nascita di nuove opportunità di lavoro, per lo più sotto forma di lavoro autonomo, sfumando sempre più i confini tra datore di lavoro e lavoratore dipendente.

L'emergere delle nuove piattaforme digitali e dell'automazione richiedono sempre più ai lavoratori del mercato del lavoro 4.0 la padronanza di nuove competenze trasversali e il rafforzamento delle abilità sociali, gestionali e comunicative.

professionisti welfare 600x350Il Centro Studi InContra, in collaborazione con l'Università degli Studi di Messina e con il supporto organizzativo dell'Agenzia Formativa EAP Fedarcom, propone due eventi formativi di grande interesse nell'attuale contesto evolutivo delle relazioni industriali: il corso in Welfare aziendale e il corso in Contrattazione di secondo livello. Destinatari sono prioritariamente i Consulenti del Lavoro, Commercialisti, Avvocati, Consulenti Aziendali e Dirigenti d'impresa. Per maggiori dettagli sui percorsi formativi, consultare la sezione Attività Formative

I nostri partner